Notizie

Serie B. Crotone-Pisa: rossoblù in affanno, modul …

Serie B. Crotone-Pisa: rossoblù in affanno, modul …


Cresce il pressing per gli allenatori di Parma, Monza e Crotone, società strutturate per andare in A, da un progetto avanzato, assieme al Brescia. All’ottava giornata, i numeri certificano ben altro. di Giuseppe Romano Il trend di variamento di valore delle rose di queste squadre è: Parma calcio 78,73 mln €, Monza 50,58 mln €, Brescia Calcio 38,23 mln €, FC Crotone 30,10 mln € e, a seguire, tutte le altre, compreso il Pisa (20,25 mln €), partito a razzo, che si è piazzato al primo posto in classifica (19 punti, 6 vittorie e 1 pareggio), con i requisiti per restarci fino al termine del campionato. Delle prime quattro squadre, solo il Brescia si è inserito al terzo posto, a pari punti col Lecce (14, dopo la Cremonese (15). È chiaro che Pep Clotet (Parma), Giovanni Stroppa (Monza) e Francesco Modesto (Crotone), si trovano fuori quota in classifica, per come le società hanno programmato: emiliani e lombardi a 9 punti (a -10 dalla vetta e -6 dal secondo posto). Peggiore di tutte è la formazione dei calabresi: 4 punti, con un piede nei play-out e l’altro nella retrocessione diretta. Numeri che le “presidenze” intendono far quadrare al più presto, concedendo ai tecnici una condizionata fiducia. L’ottava giornata di serie BKT non è clemente! Si gioca Parma-Monza (Posticipo domenica 17/10 h. 16.15) e Crotone-Pisa (Sabato, ore 14). Ultima opportunità per i tre tecnici? Il problema è mettere insieme una “formazione” che dia certezze ed equilibri, soprattutto per Stroppa (Monza) e Modesto (Crotone), integralisti della difesa a tre che continua a non dare i risultati voluti. Parlare di cambio “modulo” diventa difficile, nelle conferenze stampa, anche se le ipotesi portano ad un cambiamento di strategie di gioco. In questa ottava giornata, il Crotone è la squadra a tutto rischio, dovendo ospitare la capolista, sorpresa del campionato, allenata da Luca D’Angelo “consapevole di affrontare un avversario forte, nonostante la cattiva posizione in classifica”. L’intento è di riprendere il cammino con la stessa intensità che li ha portati alla vetta. Il Crotone affronterà questo match nella piena consapevolezza che potrebbe sprofondare in zona rossa, dove nessuno è tranquillo e questa giornata propone lo scontro salvezza Alessandria-Como, mentre il Lanerossi Vicenza ospita la Reggina e il Pordenone (ultimo) la Ternana: Alessandria, Vicenza e Pordenone, pronte per un “sorpasso” che dia stima e fiducia. Il Crotone deve tirare fuori dai pasticci il proprio allenatore, Modesto, per continuare a godere della fiducia accordata dal Ds Beppe Ursino: “Mai in discussione. Abbiamo puntato su di lui”. È in questo difficile confronto col collega D’Angelo che il tecnico pitagorico dovrà fornire risposte convincenti sul campo. Sarebbe un atto di coraggio passare alla difesa a quattro, considerato che la strategia attuale non ha dato risposte giuste: in sette giornate, si sono subite quindici reti, con tratti comuni e ripetitivi, compromettendo il percorso tracciato dalla Società. Il cambio di modulo darebbe maggiore equilibrio, intensità e spinta al gioco offensivo. Un Crotone tutto nuovo, considerando le forzature dovute alle assenze per infortunio di Benali e Faz, più la squalifica di Cannestrelli. Osservati speciali, in questo match, Mulattieri (Crotone), vice cannoniere del campionato, con una rete in meno del pisano Lucca, entrambi saltati alla ribalta, con la critica sportiva che li proietta quali bomber del futuro. Contro il Pisa occorre “testa, agonismo e sacrificio”, è questa l’invocazione che il tecnico crotoniate rivolge ai suoi ragazzi, convinto che la preparazione settimanale è stata condotta con responsabilità e tutti coscienti di affrontare un avversario di alto rango. Modesto, in questi novanta minuti, cerca la vittoria, che potrebbe essere “decisiva” per riprendere fiato e autostima. In soccorso, richiamare il pubblico è un atto dovuto ma non sembra che la risposta sia positiva: 2200 spettatori nel derby Crotone-Reggina e 1200 nell’ultimo incontro interno contro l’Ascoli. L’ARBITRO La gara, in programma alle 14 allo stadio “Ezio Scida”, sarà diretta dal signor Niccolo Baroni, della sezione di Firenze; Assistenti: Paganessi e Scarpa; 4° Uomo: Scatena; Var: Di Martino; Avar: Pagnotta. I CONVOCATI Crotone: 1 Festa; 3 Cuomo, 5 Visentin, 6 Mondonico, 7 Vulic, 8 Estevez, 9 Mulattieri, 11 Juwara, 13 Contini, 15 Donsah, 17 Molina, 18 Oddei, 20 Rojas, 21 Zanellato, 22 Saro, 23 Giannotti, 24 Kargbo, 27 Nedelcearu, 28 Borello, 29 Sala, 32 Mogos, 44 Schirò, 99 Maric. Infortunati: Infortunati Benali e Paz; squalificato Canestrelli. Pisa: Portieri: Dekic, Livieri, Nicolas. Difensori: Beruatto, Birindelli, Caracciolo, Fischer, Hermannsson, Leverbe. Centrocampisti: De Vitis, Di Quinzio, Marin, Mastinu, Nagy, Tourè. Attaccanti: Cisco, Cohen, Lucca, Marsura, Masucci, Piccinini, Seck, Sibilli. PROBABILI FORMAZIONI Crotone (3-4-2-1): Contini; Nedelcearu, Cuomo, Mondonico; Mogos, Zanellato, Vulic, Molina; Maric, Kargbo; Mulattieri. All. Modesto Pisa (4-3-1-2): Nicolas; Birindelli, Leverbe, Caracciolo, Beruatto; Tourè, De Vitis, Marin; Mastinu; Cohen, Marsura. All. D’Angelo DOVE VEDERLA La partita sarà visibile sul Canale tv: DAZN, Sky Sport (numero 253 del satellite), Helbiz Live. In streaming su DAZN, Sky Go, NOW, Helbiz Live

Ottobre 15th, 2021

No comments

xxxhd